Backstage IL SOGNO D’ORO

Backstage,Video

Descrizione

Guarda il cortometraggio IL SOGNO D'ORO
https://vimeo.com/203213920

Backstage realizzato da Giovanna Selis e Fabio Camillo
Regia: Simone Rabassini
Produttori: Enrico Marchi, Raffaele Antonetti
Soggetto e Direzione Artistica: Carla Nolledi
Sceneggiatura: Debora Pioli
Attori: Simona Generali (Elisa), Paolo Giommarelli (Lele), Antonio De Bari (Puccini), Armida Pellegrini (Manon Lescaut), Ida Casali (Minì), Luciano Antonetti (Gianni Schicchi)
Costumi: Katrina Siceva, Anita Arrighi
Suono: Daniele Addabbo

SINOSSI: Antonio, un giovane soprannominato “Puccini” grazie alla grande passione per il Maestro lucchese, è chiamato, insieme con un gruppo di amici, a cantare a Teatro durante un concerto di un celebre soprano. Il brano da eseguire è Il sogno d’oro, una ninna nanna scritta da Puccini per l'opera "La Rondine". Durante le prove, scoprono una stanza in cui sono contenuti dei bellissimi costumi, grazie ai quali si immaginano di diventare i personaggi più celebri del Maestro.

NOTE DI PRODUZIONE: "Sogno d'or" è una ninna nanna inserita nell'opera La Rondine, scritta da Giacomo Puccini nel 1912.
Il Progetto è nato da un'idea della compositrice Carla Nolledi e del Dott. Enrico Marchi (ex primario del centro di Salute Mentale a Lucca).
La loro fonte di ispirazione è stata, in più occasioni, la musica di Puccini, attraverso brevi spettacoli teatrali.
A seguito di queste esperienze, nasce però l'esigenza di realizzare qualcosa di diverso: un cortometraggio.
“Il sogno d’oro” è stato prodotto dall’associazione onlus “Il Sorriso di Stefano” con la finalità di promuovere una modalità terapeutica che favorisse la condizione di benessere per il paziente e testimoniasse il valore terapeutico ed espressivo delle arti come la musica, cinema e teatro.
Il corto vede la partecipazione di circa 30 utenti provenienti da case famiglia e centri recupero della provincia di Lucca.
Durante un anno di lavoro, sono stati affiancati da una troupe di professionisti, diretta da Simone Rabassini e sono state insegnate loro alcune mansioni sul set.
La storia è scritta da Debora Pioli ascoltando i consigli e le riflessioni dei pazienti.
Un altro gruppo, quello che vediamo nel film, ha intrapreso un percorso di recitazione. Nel corto mantengono tutti i loro veri nomi.
Durante questa fase sono stati affiancati da due attori professionisti (Simona Generali e Paolo Giommarelli), che interpretano due veri psicologi del centro di salute mentale.
Lo scopo era quello di intraprendere un percorso terapeutico finalizzato principalmente a testimoniare che, anche chi è difficoltà, con i giusti mezzi, può realizzare qualcosa di professionale, come un cortometraggio.
I temi drammatici delle opere di Puccini ricordano quelli vissuti dai pazienti e i suoi personaggi, la sua musica aiutano a valorizzare la bellezza di queste persone. I loro volti raccontano il loro triste passato, ma filtrano anche bellezza e grande sensibilità interiore.

Equipment

Canon 70D, Canon 7D Mark III
Canon 24 70 2.8 L II
Rode Videomic Pro, Sony ECMCS3